Esercizi efficaci per alleviare l’ansia.

 

Al di là della terapia farmacologica e della psicoterapia, la cui efficacia è stata dimostrata, esistono molti rimedi più semplici che chiunque può praticare a casa propria. Tra questi le tecniche di rilassamento, che richiedono uno sforzo limitato e possono essere utilizzate in qualsiasi momento. Queste tecniche rappresentano una risposta naturale e fisiologica allo stress; possono verificarsi anche quando non si è coscienti di queste reazioni del nostro corpo. Il rilassamento viene definito come uno stato psicofisico nel quale l’individuo si sente sollevato dalla tensione. Raggiungere uno stato di rilassamento significa quindi essere in grado di controllare il livello di attivazione fisiologica, in modo tale da creare i presupposti per liberarsi dalla tensione.

 

Quando lo stress e l’ansia condizionano il normale funzionamento dell’organismo il rilassamento può essere utile al fine di ristabilire l’equilibrio. In oriente le tecniche di rilassamento sono conosciute e seguite da secoli: i maestri di yoga le praticavano come un aspetto fondamentale della loro disciplina; in occidente invece l’interesse per queste tecniche è stato scarso fino agli ultimi decenni, quando si è iniziato a considerare l’organismo come un sistema complesso costituito dall’interazione tra mente e corpo. Un contributo fondamentale allo studio del rilassamento e alla sua pratica terapeutica fu apportato dal professor J. H. Schultz, il quale sviluppò un metodo chiamato training autogeno. Si tratta di uno stato di leggero trance autoindotto attraverso tecniche di autosuggestione, il quale porta ad uno stato di rilassamento fisico e mentale.

Dopo gli studi di Schultz, molti psicologi e medici hanno cominciato ad usare le tecniche di rilassamento in aggiunta alle terapie di tipo convenzionale. Grazie al crescente interesse per questo campo di studi oggi sappiamo che tecniche diverse possono essere adattate a diversi tipi di personalità. Le tecniche proposte in questa sezione non vanno intese come un’alternativa alla psicoterapia, piuttosto come un’integrazione ad essa, o semplicemente come un esercizio di rilassamento da poter utilizzare comodamente a casa propria quando si ha un po’ di tempo da dedicare a sé stessi. Chiunque può eseguire questi semplici esercizi e trarne beneficio, non c’è alcuna controindicazione o pericolo.

Prima di iniziare con gli esercizi è necessaria una fase di preparazione per predisporre corpo e mente al rilassamento: 

indossa abiti comodi e leva le scarpe prima di iniziare l’allenamento; 

puoi sedere su una poltroncina, su un divano, su una sdraio o sdraiarti sul letto, avendo l’accortezza di verificare che nessuna parte del corpo sia in tensione; 

sistemati in una posizione comoda, non importa se sdraiato o seduto; 

l’importante è sentirti comodo; 

può essere utile passare qualche minuto sprofondando sempre di più nella poltrona;

se sei seduto appoggia le mani sulle gambe o sui braccioli; 

se sei sdraiato metti le braccia lungo i fianchi. 

Le tecniche risultano più efficaci se praticate ad occhi chiusi.

Fonte: Nienteansia.it

Immagine 061.png

Esercizi efficaci per alleviare l’ansia.ultima modifica: 2011-11-11T20:42:00+01:00da americansworld
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Esercizi efficaci per alleviare l’ansia.

  1. Salve mi chiamo francesco e ho 31 anni…è circa un mese che nn mi sento bene….manifesto dei sintomi tipo dolori pettorali e retrosternali,dolori al braccio soprattutto sinistro,stati di agitazione e soprattutto la notte mi risveglio cn forti bruciori alle braccia e formicolii…poi mi sussegue l’agitazione e senso di spossatezza…mi sn recato gia due volte al pronto soccorso dove hanno escluso problemi cardiaci,sangue,polmoni,pancreas,fegato….tt ok…ora sn in cura cn xanax e cipralex mai sintomi persistono….volevo sapere cosapoteva essere…premetto che a febbraio mi hanno anche diagnosticato un ernia iatalee reflusso…

    • Ho avuto gli stessi problemi, l ernia ti crea problemi digestivi che in un corpo in stato di stress puo causare sintomi di infarto, sintomi di paralisi ma sono solo effetto della nostra ansia. Io ho preso citalopram e poi per il reflusso nexium, plasil anti vomito e uno sciroppo tipo gaviscon, credo si chiamasse do re mi insomma note, oggi sto molto meglio, se lo avessero capito prima non avrei passato intere notti insonni, curati ciao

Lascia un commento