La dieta dell’anguria, una taglia di meno in 7 giorni

L’anguria è uno tra i frutti estivi più dolci, buoni e amati da un po’ tutte le persone. Oltre ad avere un sapore ottimo, è anche benefico per la salute poiché possiede anche proprietà disintossicanti, diuretiche e anticolesterolo, aiuta a saziarsi in quanto contiene molta acqua e per questo motivo è perfetto per una dieta veloce e fresca.

La dieta dell’anguria promette infatti di far dimagrire se si assume questo frutto come alimento base. Chiaramente sono previsti anche altri cibi come cereali, latticini magri, verdure e carni magre in modo tale da non far mancare nulla al nostro organismo. È un tipo di alimentazione ipocalorica consigliato soprattutto a coloro che vogliono rimettersi in forma rapidamente nelle belle stagioni, anche per affrontare il caldo, visto che il frutto principe di questa dieta è forse amato proprio la sua freschezza, oltre che per il sapore dolce.

large.jpg


Non manca anche il cetriolo, che possiede un ottimo contenuto di minerali e ottimo per reintegrare liquidi e sali persi quando si suda. È composto dal 96% di acqua e fornisce appena 14 calorie per etto, dunque è un valido aiuto quando si vuole fare una dieta dimagrante.

La dieta dell’anguria che viene proposta qui di seguito con un esempio settimanale fornisce circa 1200 kcal al giorno e permette di perdere un paio di chilogrammi in una sola settimana. Come sempre per ogni dieta, è consigliato bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno.

Lunedì
Colazione: tè verde, 2 fette biscottate di kamut, un cucchiaino di miele;
Spuntino: 100 g. di anguria in macedonia con uva nera, more, ribes e lamponi;
Pranzo: insalata mista di tarassaco, carota, cetriolo e sedano, condita con due cucchiai di tzatziki, 50-60 g. di pasta di farro con pomodori;
Aperitivo: un centrifugato di anguria, sedano e cetriolo;
Cena: 130 g. di branzino al forno o alla piastra, cicoria o spinaci lessati, 40 g. di pane ai cereali.

Martedì
Colazione: tè verde, 2 fette biscottate di cereali, un cucchiaino di gelatina di frutta;
Spuntino: una fetta d’anguria;
Pranzo: insalata mista con cetrioli, radicchio, indivia, lattuga, carote e sedano, 40 g. di pane ai cereali;
Aperitivo: un centrifugato con cetriolo, carote e melone;
Cena: 120 g. di petto di pollo alla griglia con salvia o rosmarino, verdure alla griglia, 40g. di pane di kamut.

Mercoledì
Colazione: uno yogurt di riso o di soia, due cucchiai di cereali integrali;
Spuntino: macedonia con anguria e frutta di stagione;
Pranzo: insalata mista di tarassaco, carota, cetriolo e sedano, condita con due cucchiai di tzatziki, crema fredda di cetrioli, verdure alla griglia condite con un cucchiaino d’olio extravergine;
Aperitivo: centrifugato di cetriolo, menta e tarassaco;
Cena: 130 g. di polpo in insalata, spinaci o bieta lessati e saltati in padella, 40 g. di pane ai cereali.

Giovedì
Colazione: un bicchiere di latte di riso, 2 fette biscottate ai cereali, un cucchiaino di miele;
Spuntino: una fetta d’anguria;
Pranzo: insalata verde con radicchio, indivia, cetriolo e sedano condita con due cucchiai di tzatziki, 50-60 g. di farro con crema di verdure;
Aperitivo: un bicchiere di frullato con cetriolo, kiwi e foglie di menta;
Cena: 120 g. di tagliata con rosmarino, peperoni verdi, rossi e gialli arrostiti conditi con poco olio e succo di limone, 40 g. di pane ai cereali.

Venerdì
Colazione: tè verde, 2 fette biscottate di cereali, un cucchiaino di gelatina di frutta;
Spuntino: macedonia con anguria e frutta di stagione;
Pranzo: insalata mista con carote, cetriolo e sedano condita con poco olio, 60 g. di riso integrale con carote, cipolla e zucchine;
Aperitivo: centrifugato di cetriolo, carote e sedano;
Cena: due uova in camicia oppure in padella con erbette e spezie, radicchio rosso e insalata belga alla griglia, cicoria lessa, 40 g. di pane ai cereali.

Sabato
Colazione: uno yogurt magro, due cucchiai di cereali integrali;
Spuntino: macedonia con anguria e frutta di stagione;
Pranzo: insalata mista con carote, cetriolo e sedano, ravanelli e cipolla condita con poco olio, 40 g. di pane ai cereali;
Aperitivo: centrifugato di cetriolo, kiwi e foglie di menta;
Cena: 120 g. di pollo lesso in insalata con carote, cetriolo e sedano condita con due cucchiai di tzatziki, 40 g. di pane ai cereali;

Domenica
Colazione: tè verde, 2 fette biscottate di kamut, un cucchiaino di gelatina di frutta;
Spuntino: una fetta d’anguria;
Pranzo: insalata mista con tarassaco, rucola e sedano condita con poco olio, 50-60 g. di pasta di kamut con pomodorini e cetrioli;
Aperitivo: centrifugato di cetriolo, carote e sedano;
Cena: cetrioli ripieni con 120 g. di tonno al naturale, due cucchiaio di tzatziki e foglie di menta, 40 g. di pane ai cereali.

Fonte: diredonna.it

large (2).jpg


L’anguria contro colesterolo e malattie cardiache

L’anguria come alleato del cuore e contro il colesterolo cattivo.  Oltre ad essere fresca e gustosa, il frutto estivo per eccellenza, costituisce un valido aiuto naturale contro le malattie cardiache, perché permette di ridurre i livelli di colesterolo cattivo (tecnicamente conosciuto come ‘Lld’) e a tenere il peso corporeo sotto controllo.

large.png


Secondo gli studiosi, l’anguria – apprezzata da adulti e bambini – potrebbe diventare una nuova arma naturale per tenersi in forma e proteggere il cuore grazie all’azione della citrullina, una sostanza contenuta nel frutto e già nota alla comunità scientifica per le sue proprietà benefiche contro l’ipertensione e le malattie cardiache.A rivelare le preziose proprietà del “cocomero” è uno studio pubblicato sul Journal of Nutritional Biochemistry, condotto da un team di ricercatori dell’Università americana di Purdue.

Sappiamo che l’anguria fa bene alla salute perché contiene la citrullina – ha spiegato Shubin Saha, primo autore dello studio – ma non sappiamo ancora a che livello molecolare lavori questa sostanza. Questo sarà il passo successivo da esaminare nelle prossime ricerche“.

anguria cuore

In realtà, secondo alcuni studiosi, basterebbe una fetta al giorno di cocomero per aiutare il nostro organismo a ridurre i livelli di colesterolo cattivo.

Purtroppo il cocomero non è più di stagione, ma con l’arrivo della prossima estate avremo un motivo in più per fare il pieno anguria, con centrifughe, frullati, succhi, macedonie e gelatine!

Fonte: Greenme.it

large.jpg