La tiroidite: come si manifesta, come curarla

La tiroide è, come detto, una ghiandola a secrezione interna ciò significa che al pari di altre ghiandole del sistema endocrino riversa i suoi ormoni all’interno del corpo; sono ghiandole a secrezione esterna invece, quelle ghiandole che agiscono riversando i loro prodotti all’esterno del corpo, ad esempio le ghiandole sebacee, sudoripare, solo per citarne due.

L’energia, questione di tiroide

La tiroide svolge l’importante compito di secernere ormoni quali la Tiroxina e la Triiodotironina, sostanze queste che regolano il dispendio di energia da parte dell’organismo intervenendo nella sua produzione e non solo, a questi ormoni è affidato anche il compito di presiedere alla crescita armonica del corpo e delle cellule che lo compongono così come, quando eravamo nel “pancione ” della nostra mamma, il nostro cervello cresceva anche grazie alla tiroide.

Gli stessi grassi del sangue vengono utilizzati nel metabolismo dell’organismo proprio grazie a questa ghiandola endocrina e con meccanismi complessi alla tiroide è anche affidato il difficile compito di presiedere alla funzionalità del cuore, al buono stato di salute della pelle, delle unghie, compreso il benessere della nostra mente. In tutto ciò gioca un ruolo fondamentale lo iodio che è un componente essenziale della conformazione degli ormoni.

Le malattie della tiroide

In questa sede parleremo della tiroidite, ma le malattie della tiroide sono molteplici e saranno oggetto di trattazione nei prossimi argomenti. Dunque, tornando alla tiroidite tale patologia fa parte di quel gruppo di malattie definite autoimmuni, intendendo con questo termine quelle patologie causate dal fatto che l’organismo non riconosce più un proprio organo come ” suo “; attaccandolo con i propri anticorpi lo tratterebbe alla stregua di un comune nemico.

La tiroidite

Dunque, una delle malattie autoimmuni più frequenti a cui va incontro la tiroide è la cosiddetta tiroidite, una vera e propria infiammazione dell’organo dovuta all’attacco dello stesso organismo, come visto in precedenza. A soffrire maggiormente della patologia sono le donne che si ammalano cinque volte di più degli uomini ad un’età intorno ai 45 anni in su, ma non mancano i casi di tiroidite giovanile.

Per completezza di informazioni diciamo che la tiroidite autoimmune è anche nota come tiroidite di Hashimoto, ciò in quanto a scoprirla fu questo medico nipponico che la descrisse nei dettagli.

Le cause della tiroidite autoimmune

Della tiroidite autoimmune non si conosce una vera e propria causa scatenante, ma come spesso accade con questo tipo di malattie croniche, la predisposizione genetica e familiare potrebbe partecipare all’esordio della malattia, senza dimenticare però che alcune malattie infettive su base virale possono essere implicate anch’esse quali cause indirette, alla stregua degli stessi fattori ambientali e ormonali che possono partecipare parimenti alla malattia stessa.

La sintomatologia della tiroidite autoimmune

Spesso il paziente per lungo tempo, pur essendo affetto dalla patologia, non ravvisa alcun cambiamento del proprio stato di benessere, è solo col tempo che intervenendo una vera e propria alterazione della ghiandola, si verifica uno squilibrio degli ormoni secreti e solo in quest’epoca il paziente è indotto a recarsi dal proprio medico per lamentare una serie di sintomi che non riesce più a spiegarsi. La stanchezza cronica e soprattutto immotivata e protratta nel tempo è il sintomo principe che il malato lamenta al proprio medico curante segno che la tiroide sta cominciando a dare i segni di un malfunzionamento essendo di fatto interessata da quello che si definisce ipotiroidismo.

Al primo sintomo è spesso associata una palese difficoltà di concentrazione, un aumento ponderale abbastanza evidente, una continua difficoltà di concentrazione con perdita progressiva della propria performance psico-fisica, compresa la sonnolenza, la pelle secca, la perdita di peli e capelli e l’alterata resistenza al freddo rispetto ad un tempo.

sintomi sono generalmente lamentati tutti in sequenza uno dopo l’altro e difficilmente, nel caso di una tiroidite autoimmune ci si lamenta di solo uno o due di questi segni, visto che quando si giunge a lamentarsi di una sintomatologia costellata da diversi disturbi si è di fronte ad uno stato conclamato di infiammazione con conseguente riduzione di volume della tiroide stessa e perdita parziale o, addirittura totale della funzionalità dell’organo.

Diagnosi di tiroidite autoimmune

L’endocrinologo al quale ci si sarà rivolti su indicazione del proprio medico di famiglia, ravviserà l’esigenza di accertare lo stato della tiroide sottoponendo il paziente ad tutta una serie di esami ematici che consistono nella conta degli anticorpi anti-tireoglobuline e anti-perossidasi, ricordiamo l’origine della malattia autoimmune, oltre a definire altri importanti parametri circa la funzionalità della tiroide quali il dosaggio del TSH, del T3 e del T4, il tutto accompagnato da un’ecografia della tiroide che serve a delineare l’esatta morfologia e grandezza dell’organo e gli eventuali danni che abbia riportato.

Terapia della tiroidite autoimmune

Occorre dire che non esiste una cura della malattia, però si giunge ugualmente a guarigione invitando il paziente ad assumere farmaci a base dell’ormone tiroideo, tiroxina, che la tiroide non è più in grado di rilasciare come dovrebbe. Il paziente in questo modo giunge presto alla remissione dei sintomi, riprende una vita normale e, soprattutto, non dovrà ricorrere ad alcun intervento chirurgico per questo tipo di patologia.

Fonte: Tanta salute

Immagine 002.png

La tiroidite: come si manifesta, come curarlaultima modifica: 2012-02-25T13:02:00+00:00da americansworld
Reposta per primo quest’articolo

71 pensieri su “La tiroidite: come si manifesta, come curarla

  1. mi sono lamentata un sacco di volte con il mio medico del fatto che mi sentivo stanca, infreddolita sempre, del fatto che non riuscivo quasi piu’ a fare le scale con una busta della spesa . che quando parlavo non mi venivano fuori le parole… come se me le fossi dimenticata…. corri troppo x tutti mi diceva il mio medico…. devi prenderti un po’ di riposo…. non mi ha mai detto di fare delle analisi…e io continuavo a stare male…. una volta mi ha incontrato il figlio di una mia cara amica…. non mi ha salutato xchè non mi ha riconosciuta, tanto era il mio gonfiore…e il medico non si accorgeva di nulla. grazie ad una mia amica infermiera ho fatto le analisi x la tiroide… be’ sapete quanto avevo di tsh ??? 168 !!! se aspettavo ancora un po’ andavo in coma mi disse l’endocrinologo. adesso sono costretta a prendere Eutirox 5 gg da 125 e 2 gg da 100.. grazie al mio medico x esserso preso cura di me!!

    • Anche a me e ‘ successa la stessa cosa
      Io adesso prendo x4 giorni da 75 mg e tre da 100.ma nn mi sento in piena forma probabilmente dovrò cambiare dosaggio
      Sono 3 anni che ogni 3 mesi faccio le analisi anche perché io ho avuto una forma grave di mixedema come complicazione e ogni tanto gonfio come una palla oltre ai 10 kg presi perché ho smesso di fumare!!!!

    • I dottori non capiscono nulla! A me hanno rovinato, ho cominciato 10 anni fa con gli attacchi di panico. sono stata curata con psicofarmaci senza preoccuparsi delle conseguenze! Sono ingrassata di 30 chili, perdevo i capelli, le unghe mi si sfaldavano, un freddo sempre e costante come la stanchezza. MAI UN’ANALISI DEL SANGUE!!! Quando ho cercato un bambino e non arrivava avevo la prolattina tripla rispetto alla norma. Con eutirox vomitavo, senza mi deprimevo. Ora senza un figlio, senza farmaci ho i valori rientrati, ma i medici ancora non si capacitano della situazione per inspiegabile! Un abbraccio a tutte, perchè nessuno comprende!!!

    • io ho 32 anni e soffro di tiroide da 4 sono stata operata avevo 1 gozzo tossico alla tiroide ero in ipertiroidismo in 1mese persi 15 kili mi sentivo malissimo ad incominciare dalla perdita di capelli fino alle gambe nn avevo forza gli stati d’umore sbalzavono da un momento all’ltro insomma fino all’operazione e stato 1 vero e proprio calvario ….adesso prendo eurotirox da 150 e 125 e sono passata da iper a ipo….

    • Che tristezza leggere che non è capitato solo a me, anni e anni di stanchezza cronica e freddo insopportabile sotto i 20 gradi. A forza di documentarmi da sola e dire cento volte al mio medico curante che volevo provare a fare delle analisi alla tiroide finalmente lo convinsi. Hashimoto anche io! Adesso con l’eutirox, anche se il freddo ancora non è passato, sono lucida, sveglia e attiva come non lo ero da anni!

  2. Ciao a tutti anche io sn nel CLAB ho la tiroide scoperta a Luglio… cm lo’ scoperta? Be’ i giorni passavano e io mi vedevo lievitata e mi domandavo… evvero che’ mangio ma nn e possibile che’ sn cosi’ ingrassata mi sentivo stanca avevo quasi sempre l’ansia nodo alla gola insomma nn c’era un sl giorno che’ io potessi stare un po’ meglio…ora prendo eutirox e questo mese ho il controllo … ma ne sorge un altro di problema tutte le sere anche durante il giorno ho prurito hai piedi e alle mani nn so’ se e ‘ allergia circolazione o altro sto’ anche pensando che’ la pillola puo’ portare cio’??? Nn lo so’ domandero’… un bacio le vostre informazioni sn sempre utili kiss

    • Buongiorno, ho visto che tutte prendete l’ EUTIROX, a me è stata diagnosticata a giugno 2012, il mio endocrinologo invece mi ha prescritto TIROSIT, fialette da bere tutte le mattine, a detta di lui vengono assorbite meglio dal corpo. Due mesi fa i valori erano ancora alti e dato mi era stato detto che in un paio di mesi sarebbero dovuti tornare alla normalità, mi sono preoccupata, allora mi ha deto di passare a 125, dato non esistono le fialette, 1 da 100 + 1 da 25. Ho iniziato a essere agitata e star male, come prima dell’esito, quindi mi ha detto di ritornare al cento. Ieri ho ritirato gli esami e i valori sono risaliti. Qualcuna di voi prende TIROSIT? mi sembra di essere una cavia. Grazie molte dell’aiuto

    • Ciao io non ho problemi con la tiroide ma di dottori che prendono tutto alla leggera ne ho visti tanti anche io ho dei problemi di salute, per quanto riguarda il prurito fai subito le analisi transaminasi cioe GOT GPT FOSFATASI ALCALINA GAMMA GT IL PRURITO È IL SEGNALE CHE MAGARI DEVI CONTROLLARE IL FEGATO senza allarmarti xo.ti auguro che sia tutto apposto .

    • bonsoir io ho la ippotiroida da ormai revelata nel 1995.Ma l’endicronologo a Parigi allora scoprendo le prime analise mi ha guardata e chiesto dove stavo al momento di Tchernobyl . Io ho risposto che stavo in vacanze a Saint Moritz altitudine fra 2000 e 3000 m ! E lei mi ha spiegatto che avevo la ipo detta malattia di Hashimoto dal nome del medico giapponese che la scopri dopo Hirosima ! Lei e stata categorica sul origine e in Francia ( dove al contrario dei SVisseri che avevano detto che la nuvola passeva) ci sono associazioni che fanno processi allo stato perche hanno contratatto cancro della tiroida e il governo diceva che la nuvola di Tchernobyl non era passata sulla FRancia.
      Corragio a tutti

    • Io sono uno dei casi cosiddetti “giovanili” Ho 32 anni, e attualmente prendo 100 di tiroxina (EUTIROX) tutti i giorni, La Hashimoto mi è stata diagnosticata nel 1999, ma ho passato 5anni di calvario in cui nessun medico mi ha mai trovato nulla. Ed i sintomi erano quelli descritti.
      Concordo comunque nel dire che i disasri di Chernobil e di Seveso (io abito in provincia di Milano) hanno contribuito parecchio alla diffusione di questa malattia

    • Per Mirella. Anch’io da alcuni mesi ho diplopia, ho avuto anche abbassamento della palpebra, e dopo vari controlli, TAC, RMC, e EEMG per scongiurare miastenia, stò curando la tiroide, con deltacortene e tirosint. Mi fai sapere la tua situazione?

  3. Anche io sono alcuni anni che soffro di questa tiroidite.. E’ sotto controllo una volta l’anno e non prendo nulla anche se i valori aumentano leggermente ogni anno.. Ecco perche’ ho sempre piu’ freddo degli altri, ingrasso subito e soprattutto sono sempre tanto stanca.. Uffi.. Essere come prima no??!!!

  4. mi unisco a testimonianza di questo disturbo..
    anche io ho avuto questo problema,anche se devo dire che tendo ad averlo ancora se smetto la terapia o trascuro la mia salute…quando si é manifestato avevo un tsh di 364 e globuli bianchi oltre i limiti possibili …e ho rifiutato sia l’asportazione della tiroide e anche la terapia sostitutiva…con il senno di poi ammetto un senso di incoscenza totale…ma questo comunque nel tempo é tornato a mio favore, in quanto ho scelto terapie alternative insieme all’uso dell’eutirox, e la mia tiroide é ancora al suo posto e ho superato la fase acuta.
    Si ritorna a vivere bene acquisendo la consapevolezza di se stessi e le origini dei disturbi che non sono solo fisici, ma anche emotivi e psicologici..non é una patologia invalidante basta imparare a conoscersi e conoscerla ….

  5. ciao,ho 28 anni e sono quasi 10 anni che sono stata operata di tiroide (gozzo multinodulare) anche io manifestavo tutti questi sintomi,con passare del tempo il gozzo cominciava ad aumentare sempre di piu di volume arrivai al punto che la trakea iniziava a spostarsi e nn potevo nemmeno piu mangiare, brodino tt i giorni ma a diferrenza degli altri mi portava a dimagrire tantissimo ,presi un a decisione andai dall chirurgo endocrinologo e cosi mi operarono d urgenza tiroidectomia totale,Ci vorranno almeno una o due settimane di convalescenza prima di tornare al lavoro e alle altre attività quotidiane. Per almeno due settimane dopo l’operazione non si dovrebbero sollevare oggetti pesanti per evitare di affaticare il collo.Bisognerà sottoporsi a visite di controllo con il medico o il chirurgo alcune volte dopo l’intervento, per monitorare i livelli ormonali e la convalescenza. Durante queste visite, si potrà stabilire quando è possibile tornare alle attività quotidiane.

  6. Ciao a tutte!
    Ho scoperto di avere anche io la Tiroide 8 anni fà, ed ora ne ho 38. Ero sempre stanca, e premetto che faccio e facevo mille cose contemporaneamente. La parola usata era sempre stress. Di cosa poi? Sono molto combattiva quindi mi sembrava un pò strano. Fortunatamente mi sono sposata ho cambiato paese e quindi medico, il quale appena raccontai i sintomi mi fece fare gli esami del sangue e da lì sono rinata. Ovvio devo stare sempre attenta, faccio controlli frequenti e molta attenzione nel prendere la pastiglia al mattino a digiuno e bevendo acqua e senza esagerare col cibo la sera! Il peso faccio fatica a controllarlo ma non aumento mai più di tanto, il gonfiore invece quando qualcosa non và è evidente! Il peggio è durante la gravidanza, fondamentali i controlli per non causare danni cerebrali al feto! Per non parlare poi degli sbalzi di umore che ogni tanto mi invadono. Ma posso consigliare solo una cosa: in caso di variazione di terapia fatelo gradatamente, MAI ridurre o aumentare la dose drasticamente. Il fisico non regge le reazioni violente e repentine e ci si sente peggio di prima! Ed alla fine ci si impara a convivere…

  7. Ciao volevo il vostro aiuto, molte di voi sono in cura xcui hanno parlato e avuto spiegazioni dal medico. Vi hanno spiegato che effetti hanno sulla tiroide le radiazioni emesse durante una panoramica dell’arcata dentale se non si utilizza il grembiule protettivo con annesso collarino? Vi ringrazio x qualunque informazione mi fornirete Ivan

  8. Assumo eutirox 75 pertanto gli esami sono ok escluso anticorpi che saranno per sempre sballati. Nonostante tutto sia sotto controllo io continuo ad avere tutti i disturbi a tale proposito ho eseguito controlli per cortisolo che risulta ok. A questo punto mi chiedo se devo vivere così o se ci sono speranze. Grazie

  9. Ciao sono Milly e anch’io soffro di tiroidite da ben 22 anni, in questi anni ho scoperto che non tutti possono usare l’eutirox ha effetti collaterali terribili su chi è “allergico” (intollerante) io avevo aritmie cardiache frequenti specie la notte ,e i medici continuavano a consigliarmi di non sospenderlo, ma un bel giorno ho deciso di cambiare cura , e dopo essermi informata su un farmaco simile ho scoperto TIROIDE IBSA un ormone naturale che pochissimi medici prescrivono perchè la sanità non lo passa (e chissene……fr…..ga) l’ho comprato e insieme al mio medico curante abbiamo iniziato questo esperimento che HA FUNZIONATO alla grande , ora si sono stanca ,ma sono più serena dormo meglio e non ho più aritmie cardiache …..la mia vita è migliorata notevolmente.

    • Ciao Milly, leggevo del farmaco che usi, che tipo di tiroidite hai? io hashimoto e quando l’endocrinologo ha aumentato il dosaggio ho avuto delle tachicardie fortissime che mi hanno costretta a ritornare al dosaggio minimo 0,25. ogni tanto avverto ancora delle lievi tachicardie, l’endocrinologo afferma che non è colpa del farmaco ma devo fare altri accertamenti, visita cardiologica ed emtologica essendo io macrocitemica. Sono preoccupata anche se sono in uno stato normale coi valori e l’organo sta bene…Puoi darmi, gentilmente qualche indicazione qualora volessi un consulto diverso? Puoi rispondermi al mio indirizzo e-mail. Ti ringrazio e ti saluto cordialmente, Milena

  10. ciao io vengo da una famiglia con problemi di tiroide…e si xchè la tiroide è genetica…mia madre e mia sorella ce l’anno…l’ho scoperta grazie ad un influenza.il mio medico curante notò le tonsille ingrossate…parlava di intervento,cosi andai da un otorinolaringoiatra …tastandomi il collo scoprì la presenza di qualche nodulo.risultato l’ecografia dette ragione all’otorino…prese eotirox x un po ma nn faceva nulla..i noduli crescevano..poi incominciai ad avere degli episodi di mancamento d’aria…alla fine mi operai…ora nn ho piu la tiroide…prendo eotirox ogni 6 mesi controlli…ma spesso cambio dosaggio…

  11. Ho curato dei noduli alla tiroide dall’età di 10-11 anni ma senza nessun risultato positivo, ingrossavano sempre di più e,oltre alla tachicardia, son arrivata al punto di nn poter più dormire a faccia in sù xkè mi sentivo soffocare. Ho deciso di operarmi all’età di 30 anni ma nn mi hanno asportato tutta la ghiandola e dopo circa 4 anni ricomincio ad avere tachicardia come prima dell’intervento.Si sono decisi solo allora di prescrivermi l’eutirox ma il fatto di lasciare una parte della ghiandola x farla funzionare come se fosse ancora sana, fa sì ke una cellula si attacca al timo e comporta una neoformazione scambiata in un primo momento x un timoma. Solo dopo un altro intervento al torace x asportare il timo, ke aveva assunto la grandezza di un pompelmo in soli 2 anni dall’ultimo RX, e dall’esito dell’esame istologico, risulta essere un gozzo di tiroide ectopico: un caso rarissimo! Insomma…un miracolo da una parte ma dall’altra mi ritrovo ancora con una parte di tiroide rimasta con noduli, che va avanti con eutirox e controlli continui.Volevo consigliare a tutti, nel caso di intervento alla tiroide, di far asportare l’intera ghiandola xkè col passare del tempo può comportare danni al vostro corpo!!!

  12. dopo 10 anni che mi curavano per la tiroidite e un nodulo di un centimetro 2 anni fa ad un controllo il medico mi ha assicurato che il nodulo non c’è mai stato nella mia tiroide ridotta come un groviera e che un buco dovuto alla mia tiroidite autoimmune è stato scambiato per un nodulo. sono andata ad un controllo recentemente ed hanno confermato questa diagnosi. boh che dire !!

  13. Anch’io soffro di tiroidite da 10 anni e prendo eutirox da 75 , prima di scoprirla avevo sempre l’ansa e il medico mi imbottiva di ansiolitici, un giorno andai dal medico ma c’era il sostituto e non conoscendomi mi prescrisse una visita cardiologica perchè avevo tachicardia così la cardiologa mi trovò dopo vari esami questa malattia mi mandò dall’endocrinologo ed ora sto bene ho un piccolo nodulo che ho analizzato con ago aspirato e per fortuna è benigno ho 39 anni e ho due figli….grazie per i vostri commenti sono utilissimi e almeno mi sono ritrovata con una malattia comune a tanti e così da scambiarsi i nostri problemi

    • IO DA DUE ANNI ESATTAMENTE DA LUGLIO 2011 DOPO IL SECONDO INTERVENTO ALLE CORDE VOCALI(E IL GIORNO PRIMA IL 13 LUGLIO HO SMESSO DI FUMARE) L-ANESTESISTA MI CONSIGLIAVA DI FARE UNA VISITA ENOCRINOLOGA E COSI’ FECI AD AGOSTO 2011.IL MEDICO DOPO LA VISITA E IL RISULTATO DELLE ANALISI MI DISSE CHE DOVEVO FARE UN AGO ASPIRATO(ME NE FECERO DUE:DOLOROSISSIMO)COMUNQUE DIAGNOSTICARONO UN NODO DI STRUM! HO INIZIATO A FARMI CONTROLLARE DA UN A DOTTORESSA CHE DEFINIVANO ECCEZZIONALE MA CHE PER 5 VOLTE CHE MI SONO RECATA DA LEI NON FACEVA CHE LEGGERE I REFERTI E NON MI PRESCRIVEVA MAI UNA CURA AL CHE DECISI DI TAGLIARE E NON CI ANDAI PIU’ CONTINUANDO SEMPRE A FARE ESAMI DEL SANGUE ED ECOGRAFIA.SEMBRA CHE IL NODO DIMINUISCA LE ANALISI SONO BUONE.ORA A LUGLIO HO UNA NUOVA DOTTORESSA CHE MI VISITERA’.PREMETTO CHE I MIEI PROBLEMI CREDO SIANO DOVUTI ALL-ETA’,HO 63 ANNI,HO MALE ALLE GAMBE,INSONNIA DA MOLTI ANNI,HO MOMENTI DI AMNESIA CHE ASSOCIO AD UN TIA PROVOCATOMI DA UNA COLLEGA DUE ANNI FA’ VIOLENTANDO LA MIA PSICHE PER CUI FINII AL P.S!ECCO QUESTO E’QUANTO!SCUSATE SE MI SONO DILUNGATA!

  14. Soffro di tiroidite di hascimoto da 11 anni e apparte il primi anni altalenanti mi sono stabilizzata con eutirox 100,ma ho sempre qualche periodo di aumento e di calo ponderale,nervosismo e apatia….mi sono pure stufata di fare i controlli ogni anno! Mi è stato detto che; visto la cronicita della malattia nn serve farli ogni anno,pure l’ecografia di un ospedale pubblico si è scocciata dicendo che nn serve! Quindi avere una malattia cronica che nn andrà mai via è solo una spesa x la sanità pubblica visto l’esenzione!?

  15. ciao mi chiamo Renata e anch,io ho probblema con la tiroide-mi la hanno scoperta durante la gravidanza…adesso mi cadono i capelli ,ho fatto la visita da un dermatologo prima domanda e stata come andiamo con la tiroide,,sa qualcuno consigliarmi qualcosa???

    • Fai subito analisi tsh ft3 ft4 io ho avuto un crollo il mio tsh era arrivato a 197 sono in ipotiroidismo prendo150 di tirosint e ancora sto male ho scoperto che la mia tiroide si é anche mezza distrutta e ho rischiato che i miei 3 bimbi potevano nascere con gravi problemi mentali… Perdo capelli peli pelle secca mi aveva colpito memoria vista etcc Nn perdere tempo è un consiglio…

  16. io sono andata dal”endocrinologo già con analisi ed ecocolordopplertiroideo ho 7 noduli e di nuovo con ina tiroidite in atto i miei valori sono tutti nella norma tranne gli anticorpi elevatissi, sapete cosa mi ha detto l’endocrinologo di nn fare nulla e aspettare fino a dicembre. premetto che ho 50 anni che nn ho più il ciclo regolare ( ogni 6 mesi )e ho tutti i sintomi elencati, cosa mi consigliate di fare visto che sto lievitanto come una mongolfiera?

  17. Un anno e mezzo fa ho avuto un brutto trauma in famiglia… L’ennesimo episodio dopo una laurea che mi ha portato molto stress e la fine di una relazione. Ho iniziato a stare male: mi sentivo depressa, stanca, senza voglia di fare nulla. In più, sono passata da 57 kg a 68 kg… Quindi ho incominciato anche a soffrire di autostima bassa. Per caso faccio dei controlli ginecologici ed il mio medico mi suggerisce di fare tutte le analisi del sangue (quelle pre-matrimoniali), giusto per controllare tutto. Scopro cosí di avere la tiroidite di hashimoto (premesso che un anno prima le analisi del sangue erano ottime), causa: stress post traumatico. A 26 anni sana come un pesce pensavo, e invece tutte le preoccupazioni della mia vita si sono rivoltate contro la mia salute. Adesso, dopo prove varie di dosaggi, sto facendo esami ogni 3 mesi ma ancora non sono riusciti a regolarmi con l’eutirox… Miglioramenti non ne vedo. Il peso non scende, la stanchezza c’è sempre… L’unica cosa, mi sono spariti i brufoli. Altra cosa bruttissima: i problemi alla tiroide mi comportano una secchezza vaginale che durante i rapporti sessuali mi causa dolore… Oltre il danno le varie beffe 🙁 ormai non so piú che fare. Mi affido al destino… Sperando che quest’ultimo dosaggio si riveli ottimale. Lo saprò tra qualche settimana.

    • sarei curiosa di sapere cosa prendi,perchè anch’io ho provato per un anno a fare una cura naturale ho speso parecchi soldi e non stavo proprio bene,cosi sono stata costretta a prendere eutirox ,ho iniziato a stare meglio però ho avuto questa allergia che io attribuivo a eutirox cosi ho smesso e ora prendo tirosint ,nel frattempo ho fatto tutti gli esami allergologici e risulta che non sono allergica a nulla,il mio medico mi ha fatto fare gli esami degli anticorpi e sono risultati sballati,dunque il medico mi ha spiegato che a volte la tiroide stessa provoca l’allergia,dunque ora per un certo periodo mi fa fare una cura di antistaminici poi ritornerò a visita per capire bene la situazione,ora prendo l’antistaminico e sto bene ,speriamo dopo aver finito la cura vi dirò come è andata,ciao

  18. Assurdo!!! Leggo voi, ragazze, e vedo me! Che peccato non aver letto tutto questo tanto tempo fa…
    A 11 anni avevo problemi, mi sentivo sempre soffocare e avevo grossi mal di testa, in più mi si gonfiò una piccola ghiandoletta sul collo (che permane gonfia tutt’ora che ho 30 anni!). Il pediatra mi fece fare dei controlli, ma disse che era sballata di poco, quindi disse di lasciar correre… Passano 7 anni e 3 delle mie 4 cugine (sia da parte di padre che da parte di madre) avevano l’Hashimoto…. Controlli ogni 6 mesi per gli anticorpi sballati, ma l’endocrinologo diceva di non intervenire, io intanto ignoravo che la depressione, l’aumento di ben 17 Kili, i mal di gola “strani”, l’assoluta difficoltà di concentrazione e l’impossibilità di sapere se era mattina o pomeriggio, erano tutti i sintomi dell’Ipotiroidismo che stavo vivendo!!!
    Lo stesso pediatra mi vide per strada, avevo ormai 22 anni e vide che ero particolarmente ingrassata, dai miei 54 Kg ero arrivata a 77!!! Mi disse di andare da un altro endocrinologo e iniziai la terapia il giorno successivo!
    Sospesi gli studi all’Università che nel frattempo erano a livelli pietosi…E SONO RINATA!!! Spero che a quell’endocrinologo che mi ha lasciato peggiorare per 5 anni, capiti di avere a che fare con medici incompetenti come lui ogni giorno della mia vita! I kili presi non sono più riuscita a toglierli e ora sono 8 anni che peso sempre 77 Kg… Qualcuno mi sa dire come fare a tornare a perdere peso?????

  19. Ciao,io ho avuto la tiroidite due anni fa,dopo una degenza in ospedale,per una brutta polmonite (sono anche asmatica).Non riuscivo a capire,cosa mi stava succedendo,dolori fortissimi che partivano dal collo,fino all’orecchio.Dopo tanti viaggi all’ospedale,un bravissimo medico,mi ha diagnosticato Una tiroidite in forma Vitale.L’ho curata per circa 4 mesi con il deltacortene,e’ vero che la tiroide nn mi FA più male,ma come ho finto la cura,mi sono ritrovata,con questi dolori fortissimi a tutte le articolazioni.Qualcuno mi può aiutare???…sapere se tutto questo e’dipeso da questa tiroidite????….Grazie

  20. Ciao a tutte, anch’io come voi, ho scoperto di avere la tiroidite di hashimoto che mi porta grande stanchezza, una sensibilità pazzesca al freddo e con il peso sono in eterna lotta. La mia endocrinologa non mi prescrive nulla perché afferma che dalle analisi fatte che la mia tiroide lavora e premetto faccio tantissimo sport e mi limito notevolmente col mangiare. Per la perdita di peso solo lo sport e il mangiare sano sono la soluzione

    • ANCH’IO HO LA TIROIDITE CRONICA.. PRENDO L’EUTIROX 75 DA PARECCHI ANNI E INSIEME PRENDO ANCHE IL LOBIDIUR PER LA TACHICARDIA..ME L’HA PRESCRITTO IL CARDIOLOGO E CON QUELLO STO BENE…IO PERO’ HO SEMPRE CALDO…TANTO CALDO E SONO SPESSO STANCA

  21. ciao a tutte, anch’io soffro di tiroidite di hashimoto, ho tutti i sintomi che avete descritto tra cui l’irrefrenabile aumento di peso, a prescindere dal cibo….sapete indicarmi un bravo endocrinologo, io sono Siciliana ma per curarmi sarei disposta ad andare ovunque….

  22. Non mi voglio dilungare sulla storia della scoperta della tiroidite di hashimoto che tanto ha fatto soffrire mia moglie, ma anche ovviamente tutta la nostra famiglia. Ho letto tutti i vostri commenti disponibili e ne ho dedotto che la vera malattia riscontrabile da tutte le nostre descrizioni é l’ignoranza , superficialitá, incoscenza e cialtroneria di certi medici di base, esattamente come nel caso di mia moglie.
    Mi chiedo quando quegli altri cialtroni di politici si decideranno a darci le leggi necessarie a spazzare via dai nostri orizzonti questi parassiti superpagati.
    Erminio

  23. Ciao, ho quasi 31 anni e dal 2007 mi è stata diagnosticata la tiroidite di Hashimoto. All’inizio i sintomi erano abbastanza gestibili, avevo sempre freddo da morire ma niente di tragico. Il medico da cui ero in curo mi disse che non c’era bisogno di iniziare la cura perchè la tiroide comunque un minimo funzionava. Nel 2010 sono ingrassata 15 kg (che non sono più riuscita a perdere) in un mese, avevo perenne formicolio alle mani, vista appannata, stanchezza cronica e spesso attacchi d’ansia, oltre all’irritabilità costante. Il medico niente, la tiroide stava ancora funzionando, mi fecero fare altre mille analisi per capire a cos’altro fossero dovuti questi sintomi. Morale: ho cambiato endocrinologo che come ha visto le mie analisi si è spaventato e ho subito iniziato la terapia con Tirosint (perchè sono intollerante al lattosio). Ora lo prendo da 125 tutti i giorni, mi sono sgonfiata ma i kili presi ci sono ancora ed è difficilissimo perderli nonostante le diete varie che ho provato, però almeno non ho più la tachicardia e gli attacchi d’ansia, non ho più freddo anzi. Purtroppo perdo tantissimi capelli e ho le unghie fragilissime, però devo dire che nel complesso adesso che ho cambiato medico sto decisamente meglio!

  24. salve a tutti, A me non è stato riscontrato nessuno problema alla tiroide… ma i sintomi che ho coincidono con chi ha problemi alla tiroide… fatto sta che i valori del tsh sono usciti buoni e quindi mi sento confusa. 2 anni fa ho fatto l’eco alla tiroide e li mi è stato riscontrato un gozzo piccolissimo (ca.8 mm) ,non mi è stata data nessuna cura, cosa faccio? alla mia nuova dott.essa non l’ho detta questa cosa … i miei sintomi: stanchezza (sempre), dormirei sempre, gonfiore , sbalzi di umore, piedi freddi, mi sento sempre la testa pesante, faccio fatica a concentrarmi (anche mentre guido)….. cosa mi consigliate?

    • ciao giorgia non vorrei sembrare una che fa pubblicita’ io ho avuto piu o meno la tua stessa situazione io da anni soffrivo di attacchi di pani ansia tachicardia conitua stnchezza, e nonstante avessi fatto ripetuti controlli del sangue tutto pareva nella norma ,e vai con ansiolitici, antidepressivi tavor, siccome so perfettamente che i medici sono i sostenitori delle case farmaceutiche nn mi sono arresa e grazie ad una mia amica sono stata dirottata da un chirurgo fitoterapista ed iridologo per un altro problem serio la fibromialgia, dopo avermi fatto ecografia in ogno organo interno è uscito fuori dagli esami che avevo 2 noduli alla tiroide , il medico dopo avergli spiegato la mia situazione mi ha detto che erano le tiroidi che mi davano questi problemi stanchezza tachicardiaecc….ma che gli esami nn rivelavano nulla perche nn erano ancora in una fase che nn compariva nulla nel sangue ma che comunque davano i loro problemi, vi confesso che da quando ho cominciato la cura con lui ho incominciato a star bene da subito e che per quantomriguarda i miei disturbi tiroidali nn ho li ho piu ho tutto sottocontrollo sia per la fibromialgia e tiroidi. Ovviamente tutto dipende da quando noi abbiamo questa patologia se vi interessa vi metto nome e numero del medico vive a milano ma si sposta in altri centri nn so dove, stefano faralli 02 8246255 spero di essere stata utile.

  25. Salve! Leggendo questi commenti,scopro da vero di essere la sola ad essere stata trascurata dal proppio medico,con cui lamentavo dimagrimento,difficolta di concentrazione,stanchezza continua,stati di panico,tachicardia,ha sempre detto che avevo l ansia mi ha prescritto dello sanax da 0,25,due al di,ma quando assumevo il farmaco,non cambiava niente,attenuava solo la tachicardia,la tensione,ma per il resto la situazione rimaneva e rimane tutt ora uguale,poi essendo io appassionata di medicina veterinaria,ma della medicina in generale,ho iniziato ad autoacculturarmi su tale conoscienza e ho deciso di farmi prescrivere degli esami ematochimici e un eco della tiroide e delle parotidi,dato che il dolore si si espandeva fino ad esse,risultato del eco,nodulo tiroideo,localizzato in quanto solido,sono in attesa di visita endocrinologica. Vi saluto e vi eringrazio se saprete darmi ulteriori delucidazioni a riguardo

  26. io sono 32 anni che non ho più la tiroide tolta per un calcinoma, avevo 17 anni,ho avuto 2 bambini sono sempre sotto controllo ma sto benissimo anche con la terapia sostitutiva. il mio consiglio è di rivolgersi a centri specializzati e non smettere mai di controllarsi. ciao

  27. Mi ha fatto piacere leggere i vostri commenti.Io ho un nodulo alla tiroide,me ne sono accorta da sola il mio medico ha confermato il mio sospetto,anche se era mesi che mi lamentavo come voi, di essere perennemente stanca,ero ingrassata a vista d’occhio nonostante mi controllassi nel mangiare,il cuore che a volte sembra voler uscire dalla gola,il freddo,la mia pelle che era cambiata.Ora il mio nodulo è cresciuto da 23mm è diventato 33mm, l’endocrinologo mi ha già detto che sarebbe il caso di intervenire chirurgicamente ma che tutti i sintomi che io gli ho riferito non sono da imputare alla mia tiroide…allora io mi chiedo…..leggendo tutti i vostri messaggi,gli articoli su internet…parlando anche con conoscenti ,amiche ecc…tutti i sintomi che io accuso sono confermati….se ne parlocon il medico invece no….qualcuno di voi ha una spiegazione….grazie e buona serata

  28. anch,io stessi sintomi ma il dottore mi diceva che ero depressa un giorno so svenuta per 3 volte in tre giorni telefonando al mio dottore lui era in vacanza ma aveva lasciato un,altro indirizzo cosi andai in un altro dottere e scopri che era tiriide sono quasi tre anni prendo un giorno da 100 un giorno da 50 ma mi so ingrassata di 12 kili ,scusate del mio italiano 40 anni che vivo all,estero

  29. salve..a periodi super attiva, altri da non riuscire a trascinarmi..mi ritrovo nei sintomi che elencate compreso il freddo anomalo anche a 20 gradi..l’unica differenza è che io dimagrisco..8kg in un mese.ho fatto le analisi ma era tutto ok, la settimana scorsa ho fatto un eco ed eccola li super attiva e mal funzionante la mia tiroide…ora aspetto esiti. Ripeto i miei sintomi sono super attività alternata a periodi di stanchezza, intolleranza al freddo e dimagrimento. Ho 32 anni

Lascia un commento