Forfora cause

 

La forfora è causa di un forte diradamento dei capelli e nei casi più gravi può portare ad acute forme di dermatite seborroica a cui spesso si sovrappone.

È causata, il più delle volte, da una forte infiammazione dei vasi sottocutanei ad opera di un piccolo microrganismo che, agendo a livello epidermico provoca una forte irritazione che comporta prurito e desquamazione determinando un’ eccessiva produzione di sebo, stress cutaneo, e debolezza del sistema immunitario.

 

Si può prevenire e curare tale patologia con strategici trattamenti da seguire periodicamente, mentre nei casi più acuti si può ricorrere all’utilizzo di vere e proprie terapie mediche che bloccano il proliferare di tale fenomeno.

Ricordiamo, inoltre, che anche lo stile di vita può influire particolarmente sull’emergere o l’acutizzarsi della patologia, quindi si consiglia di seguire una dieta ricca di frutta e verdura evitando il più possibile cibi grassi e l’uso di alcool.

Meglio evitare l’utilizzo di tinte e decolorazioni che possono rendere più sensibile il cuoio capelluto ed evitare soprattutto l’uso di shampoo troppo aggressivi.

Consigliamo in ultimo, un piccolo rimedio naturale tanto caro alle nostre nonne, che in caso di forte prurito scaturito dalla forfora, usavano frizionare i capelli con un decotto di aceto e ortiche.

fonte:cliclick

 

forfora,capelli grassi,rimedi forfora,capeelli rimedi naturali


Maschera per capelli sfibrati

Ad esempio se i vostri capelli risultano sfibrati perfetto mix di ingredienti risultano i fiocchi d’ avena e latte caldo.Questi vanno infatti mescolati insieme per poi essere filtrati e lasciati raffreddare, dopodiché il composto va applicato sul cuoio capelluto e lasciato agire per circa 20 minuti.

Per finire un’ abbondante risciacquo unito a prodotti neutri per capelli renderanno la chioma forte già dalle prime applicazioni.

Fonte: Benessere

capelli sfibrati,rimedi naturali,capelli,fiocchi d'avena

addio ai capelli bianchi, grazie ad una pillola

 

Potremmo dire addio ai capelli bianchi grazie ai risultati di una ricerca, condotta da una famosa azienda cosmetica francese, che ha individuato l’ingrediente segreto per la giovinezza dei capelli 

Si tratta dell’estratto di un frutto, che al momento è coperto dall’assoluto segreto, in grado di prevenire l’insorgenza dei capelli bianchi.

Così finalmente si dice addio a tinte e colorazioni!

 

 

L’azienda ha dichiarato che probabilmente entro il 2015 entrerà in commercio questo tanto atteso prodotto in grado di mantenere la nostra chioma giovane.

Tra l’altro i nostri capelli bianchi sono il risultato di un processo che vede protagonisti i melanociti, alias le cellule che secernono la melanina, collocati all’interno del follicolo capillare e responsabili del pigmento.

In termini tecnici, ecco cosa avviene con il passare degli anni: si determina una graduale riduzione dell’attivita’ tirosinasica nei melanociti del bulbo, con un conseguente accumulo endocellulare di metaboliti intermedi tossici, composti Fenolici e Catecolici, DOPA e Tirosina, capaci di provocare la morte dei melanociti stessi.

Ora la ricerca sull’eterna giovinezza dei nostri capelli, ha cercato di capire come riattivare e rendere nuovamente operative le cellule che secernono la melanina.

Tra l’altro Bruno Bernard, a capo della ricerca, ha dichiarato: “Questo è molto importante perché fintanto che alcune di queste cellule sopravvivono, noi possiamo riattivarle e fermare il processo di incanutimento”.

E a noi non ci resta che sperare che questo estratto misterioso sia messo subito in commercio, prima che i nostri capelli diventino tutti bianchi!

fonte :benessere.atuttonet

capelli bianchi,capelli grigi,tintura,rimedi naturali

consiglio per l’insonnia

Le ore di riposo e la qualità del sonno sono caratteristiche molto soggettive, che cambiano da persona a persona e possono subire un’evoluzione in relazione all’età o per l’influenza di fattori ambientali e sociali: vivere e dormire in un posto inospitale o sgradito, infatti, diminuisce la quantità e la qualità del sonno. 

Chi svolge lavori stressanti o di grande responsabilità, dorme generalmente di meno, anche a causa delle maggiori preoccupazioni.
Dormire poche ore, di per sé, non è un problema: ciascuno dorme in base alle sue necessità. Ma se una persona riesce a dormire solo per un numero di ore minore rispetto a quello che sente come necessario, allora con il tempo accumulerà un “debito di sonno” sempre più ingente, in grado di influenzare la sua attività quotidiana, il suo umore e la qualità della sua vita. 

 

Il sonno è quindi, per l’organismo, un momento essenziale di riposo e di benessere: favorisce infatti tutti i processi di rigenerazione e crescita e permette di fissare nella memoria le esperienze fatte durante la veglia. 
Dormire bene è importantissimo e per migliorare la qualità del sonno ecco una serie di regole da seguire:
andare a dormire ogni sera e alzarsi ogni mattina alla stessa ora, anche durante il fine settimana, e indipendentemente da quanto si è dormito di notte;
se apriamo gli occhi prima che suoni la sveglia, alzarsi dal letto e iniziare la propria giornata;  non dormire di più la mattina, se si è dormito poco di notte;
 non fare “pisolini” durante il giorno;
 andare a letto solo quando si è assonnati;
 se non si riesce a dormire, è preferibile non rimanere a letto: meglio alzarsi e dedicarsi ad attività rilassanti;
 cercare di rilassarsi il più possibile prima di andare a letto;
 se si ha fame all’ora di andare a dormire, mangiare qualcosa di leggero, per evitare problemi di digestione; 
 dormire in un letto comodo, in una camera da letto protetta quanto più possibile dai rumori, ad una temperatura ambiente corretta;
mangiare ad orari regolari, evitando pasti abbondanti in prossimità dell’ora di andare a letto;
non bere bibite contenenti caffeina o alcolici prima di coricarsi e non fumare;
 fare con regolarità un’attività fisica durante il giorno, soprattutto di pomeriggio.

fonte:ipsico

insonnia,dormire,rimedi naturali

Perchè abbiamo la sensazione di cadere dal letto?

Si chiamano rientri improvvisi, un attimo prima sei fuori dal corpo, consapevole o meno, e per qualche motivo rientri in modo “immediato”, con la chiarissima percezione di cadere, perchè in effetti ti “tuffi” nel tuo corpo. Le cause che possono portare ad un rientro improvviso possono essere tante, magari un piccolo disturbo di tipo fisiologico (magari dormivi in una posizione scomoda e la circolazione sanguigna risulta difficoltosa da qualche parte), oppure disturbo esterno, come un rumore improvviso. Insomma, una causa qualsiasi, che ti “induce” a ritornare all’istante nel corpo, e in tal modo percepire la sensazione di caduta.

509416936.png

come fare uno scrub per il corpo con zucchero e limone

Gli scrub per il corpo sono costosi, ma è possibile realizzarli a casa in modo efficace ed economico. Questo scrub a base di limone e zucchero lascia la vostra pelle morbida. Ecco come fare.

Occorrente

  •  ¼ di tazza di zucchero bianco o di canna
  •  1 tazza di olio di semi di uva oppure olio di mandorla dolce o olio di oliva
  •  ¼ di tazza di scorza di limone grattuggiata

 Istruzioni

  1.   Grattugiate la scorza di un limone.
  2.   In una scodella, unite lo zucchero e la scorza grattugiata, in modo che quest’ultima sia ben distribuita nella mistura.
  3.   Una volta che gli ingredienti asciutti sono ben mescolati, aggiungete l’olio. Usate le mani o una forchetta per unire l’olio allo zucchero mescolando bene. Ponete da una parte.
  4.   Lasciate riposare la mistura per 30 minuti e controllate di aver aggiunto abbastanza olio. Lo zucchero deve essersi separato dall’olio, depositandosi sul fondo, mentre l’olio deve essere rimasto al di sopra. Ci dovrebbe essere circa un centimetro di olio. In caso contrario, aggiungetene e mescolate di nuovo.
  5.  Ponete la mistura in un contenitore a chiusura ermetica.
  6.   Per usarlo, stendete delicatamente lo scrub con movimenti circolari sulla pelle umida. Sciacquate con acqua calda e asciugate.

 

fonte: comequando

scrub fai da te,scrub corpo,bellezza,donne,rimedi naturali

come fare il gloss per labbra al cioccolato e menta

Il gloss fatto in casa è molto più morbido e setoso della maggior parte dei gloss che si acquistano. Seguite questi semplici passi per imparare a realizzare il gloss per labbra al cioccolato e menta.

 

Occorrente

1-1 ½ tubetto di burro di cacao

½ tubetto di olio di cocco

3 gocce di olio di vitamina E

3 Scaglie di cioccolato 

1 goccia di estratto di menta

Un piccolo pezzo di rossetto rosa

Istruzioni

Unite il burro di cacao, l’olio di cocco, il rossetto, l’olio di vitamina E e le scaglie di cioccolato e ponete in un contenitore adatto al microonde.

Scaldate per un minuto fino a che tutti gli ingredienti sono sciolti. Potete anche fare questo a bagnomaria.

Mescolate per unire il tutto e aggiungete l’estratto di menta.

Ponete il gloss nei contenitori. Se non avete contenitori per il gloss, potete utilizzare un vecchio tubetto di rossetto.

Lasciate raffreddare e asciugare il gloss per 24 ore.

fonte: comequando

 

gloss,labbra,donne,rimedi naturali,rossetto,lucida labbra,fai da te


I benefici del massaggio con le pietre

 In generale:

dolori muscolari, reumatici o artritici

mal di schiena

stress

insonnia

depressione

 

È inoltre indicato per migliorare la circolazione. Ma la terapia, soprattutto se abbinata ad aromaterapia, uso di oli e massaggi, può anche procurare benefici più specifici.

 

 Il massaggio Hot Stone aiuta a sciogliere la rigidezza muscolare, a migliorare la mobilità delle articolazioni e ad alleviare la tensione della colonna vertebrale, principale causa di dolorosi e invalidanti mal di schiena. Decongestiona i depositi linfatici, migliora la ritenzione dei liquidi e influisce positivamente sulla circolazione arteriosa, oltre a migliorare il ritorno venoso. Aiuta a disintossicare l’organismo, sbloccando inoltre gli scambi metabolici. Ha inoltre anche effetti estetici, poiché leviga e rilassa la pelle.

Senza contare i benefici sull’umore e sul benessere dello spirito, che troppo spesso si tende a mettere in secondo piano rispetto al corpo. La tecnica Hot Stone procura una generale sensazione di benessere e relax, e l’aumento della sensibilità nei confronti delle persone e del mondo. Inoltre, contribuisce ad acquisire una maggiore consapevolezza del proprio corpo.

Immagine 007.png

Benefici del Tè verde

 

Esiste una vasta documentazione scientifica che testimonia le proprietà anti-invecchiamento e anti-cancro del tè verde; numerose università, soprattutto in oriente, hanno condotto approfonditi studi, ed altri sono in corso, sulle particolari sostanze anti-tumorali contenute nel tè verde. In tal senso i maggiori benefici provengono dalla capacita del tè di rilasciare polifenoli nei quali sono contenute le catechine, sostanze con forti proprietà antiossidanti

Il tè verde, il cui procedimento prevede una minore ossidazione, mantiene quasi inalterati i valori benefici e anti-ossidanti delle catechine in special modo quello dellaepigallocatechina – gallato (EGCG), un potente polifenolo antiossidante contenuto soprattutto nel tè verde. La ricerca ha dimostrato che le EGCG hanno un potere antiossidante 20 volte superiore alla vitamina E nel proteggere i lipidi del cervello. È’stato altresì dimostrato che le EGCG hanno una notevole influenza nel contrastare il tumore alla prostata; e sono fortemente coinvolte nel contrasto delle malattie degenerative di Parkinson o di Alzheimer; che regolano i geni implicati nell’ossidazione dei grassi, prevenendo obesità e diabete; nel contrasto alla leucemia e nell’inibizione dell’assorbimento del colesterolo nel sangue. Se si considera inoltre che da sempre il tè verde è usato per contrastare reumatismi, stati infiammatori delle articolazioni, arteriosclerosi, mal di testa, infezioni intestinali e perfino per contrastare l’alito cattivo si può comprendere fino in fondo il valore di questo autentico tesoro che la natura offre all’uomo.

Immagine 017.png

Proprietà benefiche e curative del Tè

 

Il tè vanta una diffusione planetaria che è seconda soltanto all’acqua, ed il segreto di tanto successo non è dovuto soltanto alla sensazione di bontà che questa pianta offre al palato, ma soprattutto per le tante proprietà benefiche che essa contiene. È infatti noto da tantissimo tempo e riconosciuto dalla comunità scientifica che nelle foglie del tè sono contenute molte sostanze e principi attivi che aiutano a curare e prevenire malattie ed invecchiamento.

 Le proprietà benefiche nonché i principi attivi sono presenti in ogni tipologia di tè, tuttavia esse non sono contenute in uguali proporzioni, e ciò è dovuto a quel processo che costituisce il principio che sta alla basse della distinzione di ogni tipo di tè: la fermentazione. Come già accennato, la fermentazione è il processo di ossidazione più o meno avanzato che subiscono le foglie della Camellia sinesis per addivenire alla costituzione dei tre principali gruppi di tè: tè nero, tè verde e tè oolong. Detta ossidazione però, se da un lato conferisce varietà nel gusto, dall’altro priva, proporzionalmente al tempo di ossidazione stessa, le foglie delle originarie proprietà benefiche. È di facile intuizione che, secondo la superiore divisione, la varietà di tè che meglio conserva le suddette proprietà è il tè verde in ragione del fatto che subisce una minore fermentazione. Pertanto prenderemo ad esempio proprio questa varietà di tè per elencare le infinite proprietà benefiche contenute in questa salutare bevanda.

Immagine 018.png